Grazie al contributo dell’8×1000 della Chiesa Cattolica la cooperativa ha sostenuto, tramite consegna gratuita di medicinali, circa 150 persone provenienti da paesi stranieri, tra cui una ventina di bambini, presenti sul territorio in forte stato di emarginazione sociale.

Centri di Accoglienza Straordinaria (CAS)

Alce Nero si occupa di accoglienza migranti da alcuni anni, fornendo non solo la prima accoglienza con abiti, ospitalità e beni di prima necessità, ma iniziando anche a costruire un percorso di cura (fisica e mentale), di alfabetizzazione, di sport, volontariato, e di inserimento lavorativo.

Le attività di accoglienza sono condotte da un’equipe multidisciplinare composta da educatori professionali, mediatori linguistici e culturali, insegnanti di italiano specializzati nell’alfabetizzazione, esperti ed legali. Tutte queste professionalità rendono possibile un lavoro serio ed integrato.

La cooperativa si confronta costantemente con i cittadini e la comunità locale per sensibilizzare l’integrazione e l’incontro con culture diverse.

Tramite iniziative ed attività Alce Nero vuole superare i pregiudizi rispetto al migrante e le barriere linguistiche e culturali, creando una nuova idea di condivisione e di comunità, dove l’incontro fra culture diverse diventi un’opportunità per crescere, tutti insieme.

area-accoglienza
area-accoglienza-alce-nero-2

Cosa facciamo

Gli spostamenti di popoli per terre e mari hanno caratterizzato la storia umana per migliaia di anni: migrazioni di vasta portata o locali, di massa o di singole famiglie. È un fenomeno che in qualche misura c’è sempre stato.

Grazie a questo progetto, Alce Nero da l’opportunità al migrante di diventare parte attiva della comunità per ricominciare una nuova vita ed essere una risorsa preziosa per il Paese. In particolare contribuisce a:

  • Integrarsi con la comunità locale.
  • Svolgere attività di volontariato.
  • Imparare la lingua italiana.
  • Partecipare a corsi di formazione per arrivare ad un inserimento lavorativo.
  • Fare sport anche a livello agonistico.
  • Ricevere il permesso di soggiorno.

Il nostro approccio

Come funziona la presa in carico globale di ogni singolo ospite (approccio olistico) tramite strumenti teorici trans-culturali.

L’approccio metodologico di Alce Nero e le cooperative associate a Sol.Co. pone al centro del nostro lavoro l’attenzione alla sfera mentale, corporea e relazionale di ogni migrante ospitato nei nostri CAS. Questo approccio olistico richiede all’interno delle équipe la presenza di diverse figure professionali (multidisciplinarietà dell’équipe) e provenienti da contesti culturali diversi (multiculturalità dell’équipe) che possano lavorare sui diversi segmenti di vita dei nostri ospiti.

Alcuni dei servizi erogati a favore degli stranieri richiedenti asilo sono:

  • mediazione linguistico-culturale
  • corsi di alfabetizzazione
  • orientamento e tutela legale
  • sostegno psico-sociale e laboratori di confronto
  • percorsi di inclusione socio-lavorativa
  • progetti sportivi
  • lavori socialmente utili (LSU)
refugees-welcome-alcenero-mantova
alessandro-ghizzi-alce-nero

Responsabile

Da 20 anni lavoro in ambito Cooperativo. Dopo essermi occupato di educativa scolastica e “ad personam”, dal 2014 mi occupo di accoglienza migranti richiedenti asilo. Sfida affascinante quanto difficile che ci ha permesso di offrire ospitalità a diverse centinaia di migranti richiedenti asilo, di sviluppare una rete di partnership locale con altre Istituzioni (Prefettura, Enti Locali, Associazionismo del territorio, realtà sportive amatoriali o professionistiche) e di iniziare lo sviluppo di servizi che aiutino i cittadini di Paesi Terzi presenti sul territorio mantovano ad accedere a forme di welfare e di sostegno socio-economico locale.

L’équipe che ho la fortuna di guidare è composta da 15 operatori che ricoprono differenti ruoli: operatori dei C.A.S. (Centro di Accoglienza Straordinario), mediatori linguistico-culturali, operatore legale, assistente sociale e direttori/coordinatori di blocco.

Sono appassionato di musica, cinema e letteratura noir. Convivo con Sara e ho due splendidi bimbi, Jacopo e Zoe: senza la loro ispirazione e il loro continuo sostegno non sarei riuscito a costruire nulla di quanto fatto e sopra descritto in ambito professionale.

Contattaci

Contattaci  per fissare un incontro.
Siamo felici di sentirti e di vederti, davvero.

Acconsento al trattamento dei miei dati in base all'Informativa sulla privacy ai sensi dell’art. 13 Regolamento UE 679/2016 (GDPR).