Un saluto a tutti i soci e ai dipendenti di Alce Nero

In questo numero di Alce Nero Parla vi sono notizie importanti, da non perdere!

Si parte dalla convocazione della assemblea del 26 ottobre, che purtroppo non potremo celebrare in presenza: di seguito troverai tempi e modi per poter partecipare in videoconferenza.

Vi sono notizie relative al contenimento del COVID19  che impattano sul nostro consueto lavoro a favore delle persone (sono partiti i lavori nelle scuole in tutta sicurezza), ma anche sulle modalità di accesso agli uffici della sede (leggi bene le nuove modalità di accesso).

Ma anche belle notizie: grazie alla partecipazione ad un bando Cariplo “Let’s Go” siamo risultati aggiudicatari di un contributo di 73mila euro che ci darà una mano in questo momento di grande difficoltà economica E ancora la riapertura della ludoteca della sede “La LudArteca” dopo le chiusure del COVIDun buon segno. 

Buona lettura!

Limitazione degli accessi agli uffici della cooperativa: attenzione alla stretta COVID-19

Le misure atte ad evitare i contagi da COVID-19 ormai sono all’ordine del giorno. Molto lavoro è stato fatto e ancora si dovrà fare, per operare sui nostri servizi in tutta sicurezza. 

Tuttavia, anche gli uffici della cooperativa devono sottostare alle misure di contenimento del virus sulla base delle ultime indicazioni normative. Le misure di contenimento si riassumono in due azioni. 

  1. CHIUSURA DEGLI UFFICIA partire da lunedì 19 ottobre, al fine di limitare il più possibile la presenza di persone in sede, quest’ultima sarà utilizzabile solamente da chi vi lavora stabilmente o incontra utenti/clientiTutti gli altri operatori della cooperativa, nonché fornitori o clienti, potranno raggiungere gli uffici solamente previo appuntamento. Il personale che lavora stabilmente in ufficio si farà garante dell’applicazione delle misure anticovid nei confronti delle persone esterne invitate. 
  2. La ripresa dello smart working e degli incontri in videochiamata. Al fine di rendere le presenze presso gli uffici ancora più limitate, si invitano fortemente tutti i direttori e i coordinatori, nonché tutti gli operatori, ad utilizzare appena possibile, le modalità di incontro da remoto (videochiamate, telefonate, mail…). Inoltre, sulla base di un piano allo studio dei direttori, sarà attivato, appena possibile e in base ad un piano aziendale, il lavoro a distanza, con cadenze e modalità che sono allo studio.  

Tali misure saranno adottate a partire da lunedì 19 ottobre fino al termine del 2020. 

Progetto Cascina La Goliarda: i primi passi

Per chi la frequenta, per chi la conosce dal suo nascere e per i soci che lhanno conosciuta durante l’ultima assemblea, la corte “Cascina Goliarda” è una location che lascia il segno, trasmette emozioni ed è intenzione ferma dell’attuale CDA fare di tutto per portarla ad essere il più possibile valorizzata, accogliendo servizi di Alce Nero. 

La Goliarda è arrivata in dote ad Alce Nero in seguito alla incorporazione della cooperativa LaCoSa che, tra il 2015 e il 2017 ha avviato con un intervento massiccio, la ristrutturazione di buona parte della corte. Il nostro sogno è possibile solo grazie al grande sforzo compiuto dai soci della cooperativa LaCoSa presieduta da Luca Zanardi (ora socio di Alce Nero), che, non senza difficoltà, hanno portato a compimento l’operazione. 

Il sogno ora di Alce Nero, che sta diventando progetto, ruota intorno all’idea dell’”abitare la Goliarda”. La corte infatti, con spazi ampi ed impegnativi da mantenere, ha bisogno il più possibile di persone che la abitino, la curino, la esaltino e la frequentino. Pensiamo tuttavia ad un abitare inclusivo, non solo di personale (soci e dipendenti) della cooperativa, non solo utenti dei servizi, ma anche ospiti, partner, cittadini della grande Mantova, Enti e imprese che hanno a cuore il progetto di inclusione della Goliarda o che semplicemente amano trascorrere li un po’ del loro tempo. 

Il Sogno-progetto si articola in ristrutturazioni e in servizi. 

Partiamo dalle ristrutturazioni.  

Si tratta di concludere l’opera avviata da cooperativa LaCoSa ristrutturando (1) lo stabile del “magazzino/pollaio” che consta di più di 100 mq di coperto oltre ai servizi e all’eventuale soppalco (2) di attrezzare a uffici/sale formazioni lo spazio ex fienile che è sopra il ristorante (circa 300 mq). 

Per questo intervento massiccio sono già all’opera gli architetti incaricati dalla cooperativa che stanno lavorando con l’ufficio tecnico dell’Ospedale Carlo Poma, proprietario della Cascina (in concessione a noi fino al 2043) per definire un possibile progetto di ristrutturazione condiviso. 

Per questi interventi sono già avviati progetti di raccolta fondi e presto coinvolgeremo tutti i possibili portatori di interesse, partendo dai soci della cooperativa fino alla Comunità Europea, passando dalle fondazioni e dalle piattaforme di crowfunding. Ma avremo modo di parlarne più avanti.  

I servizi 

Il progetto prevede la presenza alla Goliarda dei seguenti servizi.
(1) Residenzialità leggera per pazienti seguiti dalla psichiatria. (2) Progetti di inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati. (3) Ospitalità turistica presso l’ostello. (4) Eventi e ristorazione. (5) Isole formative per persone svantaggiate (4) Centro diurno per ragazzi e adolescenti. (5) Spazi per la formazione. (6) Uffici. 

Alcuni servizi sono già attivi come l’ostello, i progetti di inserimento lavorativo di 5 persone svantaggiate e l’organizzazione di eventi e ristorazione (ora solo catering esterno); un altro è in apertura nelle prossime settimane: il Centro diurno per adolescenti, luogo da tempo ricercato dalla cooperativa, che può in questo modo organizzare una offerta semiresidenziale rivolgendola ai molti ragazzi e adolescenti seguiti nei diversi progetti avviatigli altri progetti saranno attivi dopo la ristrutturazione. 

Ora comincia un percorso difficile, ma senza dubbio stimolante. In bocca al lupo a tutti noi. 

Riapertura LudARTeca di Via Volta

Il 5 ottobre ha ricominciato l’attività la nostra ludoteca di Via Volta. La LudARTeca è un servizio aggregativo educativo gratuito dedicato ai bambini dai 4 ai 10 anni. Lo spazio ha lo scopo di promuovere l’aggregazione sociale e di promuovere la cultura del gioco, sperimentandola come proposta educativa, sociale e didattica. 

In linea con le normative per far fronte all’emergenza COVID-19, la modalità di iscrizione è cambiata, inserendo una procedura di prenotazione delle giornate per garantire la sicurezza e la buona riuscita del servizio. In bocca al lupo allo Staff della LudARTeca! 

Alce Nero ha ripreso la scuola… Con tutte le precauzioni

Le ultime due settimane hanno visto la riapertura dei servizi presso gli istituti scolastici e dei servizi extrascolastici. I colleghi coinvolti vecchi e nuovi (moltissimi) stanno prendendo dimestichezza con i servizi in un ambiente e con regole molto diverse rispetto al passato a causa delle misure anti-COVID19Vi è a monte, uattento lavoro, a volte anche difficile, condotto dal direttore dell’area educativa con i coordinatori e i nostri responsabili della sicurezza e in collaborazione con comuni e istituti scolastici.

Questo lavoro preliminare ha reso possibile l’apertura dei doposcuola e la presenza in classe e nei prescuola, degli operatori di Alce Nero. Lo sforzo iniziale ne è valso la pena. Ora avanti tutta… con tutte le precauzioni. 

Assemblea dei Soci - 26 ottobre 2020 ore 19.00

Avremmo voluto fare un evento aperto a tutti i partner che stanno accompagnando Alce Nero nei progetti educativi, di inserimento lavorativo, di integrazione culturale che abbiamo svolto lo scorso anno. L’assemblea del bilancio di responsabilità sociale della cooperativa speravamo che fosse una festa in una cornice magica come quella della Goliarda. Tuttavia non è stato possibile. Non ci arrendiamo e speriamo di poter rilanciare presto l’idea di una festa con i partner, al termine della emergenza Covid. Per ora ci dobbiamo accontentare di una assemblea a distanza, davanti allo schermo di un computer o ad uno smartphone. 

Nei giorni scorsi gli uffici hanno mandato via mail la convocazione della assemblea con tutte le indicazioni per potervi partecipare. Vista la novità della modalità di riunione assembleare, per qualunque domanda non esitate a chiamare Gioia al numero di telefono di Alce Nero e vi darà risposta. 

L’appuntamento è fissato per lunedì 26 ottobre a questo indirizzo Zoom.

COME SI UTILIZZA ZOOM?

  • Clicca sul link in azzurro qui sotto
  • Si aprirà una pagina Internet e comparirà un avviso che ti chiederà di installare il programma Zoom Meetings
  • Se non ancora scaricato, inizierà il download del programma
  • Se invece lo avete precedentemente scaricato, si aprirà in automatico Zoom Meetings.

A questo punto, si aprirà una finestra dove compariranno i partecipanti all’assemblea (è come una videochiamata).

Schiacciare il bottone “JOIN WITH COMPUTER VIDEO”

Partecipare è semplicissimo, clicca su questo link il giorno dell’assemblea.  

https://us02web.zoom.us/j/87271425017?pwd=ZHd6d3ZHSkZUbDBrR1FiTVkyeDlmZz09 

Meeting ID: 872 7142 5017  

Passcode: 12345 

Vinto Bando Fondazione Cariplo ``Let's Go!``

Sin dall’inizio della pandemia, Fondazione Cariplo ha avuto chiara l’urgenza di dare un sostegno immediato e reale per la sopravvivenza dei servizi sociali e culturali, attraverso il supporto agli Enti che li erogano e che si trovano ad affrontare un’emergenza economica non disponendo spesso di patrimoni sufficienti per reggere mesi di attività ridotta o addirittura sospesa.
Per questo è stato lanciato il Bando LETS GO!, che ha distribuito 16 milioni di euro per 400 iniziative selezionate (su 1’385) nel territorio della Lombardia, e nelle Province di Novara e del Verbano-Cusio-Ossola, finalizzato a garantire la sopravvivenza di realtà del Terzo Settore che contribuiscono in modo significativo alla coesione e alla crescita del territorio. 

Alce Nero ha presentato lo scorso giugno un progetto volto a sostenere la progettualità legata alla cascina La Goliarda e proprio nei giorni scorsi la graduatoria, uscita sulla stampa ci ha dato due ottime notizie: Alce Nero è stata scelta quale Ente da finanziare, ma soprattutto il finanziamento è stato tra i più alti erogati. 

Una buona notizia che ci dà slancio nell’avvio della raccolta fondi, che sarà strutturata nei prossimi mesi, e che sarà rivolta al recupero della Cascina Goliarda e allo stat-up dei servizi che li pensiamo di avviare. 

Buona comunicazione a tutti.

Il Presidente
Marco De Pietri