Zanzara e Rifugio

Alce Nero da alcuni anni è iscritta all'albo delle cooperative B presso la Camera di Commercio di Mantova e si occupa di inserimenti lavorativi di persone svantaggiate. Per questo, nei locali che gestisce sulla sponda del lago superiore del lago di Mantova (ZANZARA E RIFUGIO) sono inserite persone con svantaggio. Gli svantaggi possono essere di tre tipi: sensoriale, fisica o psichica.
Il tema del lavoro è un tema cruciale nella vita delle persone: richiama le dimensioni dell’integrazione sociale, dell’indipendenza economica, dell’identità personale, dell’appartenenza a un contesto, del sentirsi utile. A livello nazionale, il riferimento imprescindibile è la legge 68/1999 “Norme per il diritto al lavoro dei disabili” (con il relativo D.P.C.M. del 13 gennaio 2000 “Atto di indirizzo e coordinamento in materia di collocamento obbligatorio dei disabili, a norma dell’art. 1, comma 4, della legge 12 marzo 1999, n. 68”.

La cooperativa essendo anche di tipo B si occupadi inserimenti lavorativi, stando attenta alle specificità, anche positive, della persona con disabilità e tenta di coniugare, infatti, gli interessi della cooperativa con l’interesse della persona con disabilità ad essere parte attiva nel contesto in cui opera ed ottenere maggior dignità come persona e lavoratore. Corre l’obbligo di evidenziare come gli inserimenti presso le cooperative sociali possono essere una delle occasioni per sperimentare, forme di lavoro per le persone che non riescano ad essere inserite in un normale ciclo produttivo.
Il percorso di inserimento lavorativo è un processo che prevede sempre l’accompagnamento di una figura specifica che è il RIL (responsabile degli inserimenti lavorativi), che si occupa insieme al responsabile del personale di seguire tutti i passaggi nell’accompagnamento al lavoro.

Questo processo prevede:
  • Colloquio di presentazione dell’utente con il referente della cooperativa.
  • Valutazione e verifica delle informazioni contenute nella scheda personale attraverso più colloqui con il soggetto.
  • Abbinamento mansione – lavoratore svantaggiato.
  • Eventuale tirocinio pre - assuntivo. Se la persona appare in grado di essere avviata al lavoro, la cooperativa può proporgli un tirocinio pre - assuntivo, cioè un periodo di tempo limitato (3-6 mesi) in cui cominciare a prendere dimestichezza con le mansioni, supportata dalla presenza di un tutor aziendale. Oltre alla necessaria copertura assicurativa può essere prevista una borsa lavoro a titolo di rimborso spese.
  • Eventuale formazione. Laddove la persona non possegga le competenze e le abilità richieste dall’azienda, possono essere inoltre attivati percorsi di formazione sul campo (on the job) e/o in aula.
  • Inserimento lavorativo. Tutoraggio dell’inserimento. Un tutor aziendale affianca il lavoratore, del tutto o in parte, al fine di favorire l’apprendimento delle mansioni e facilitare il rapporto con l’ambiente di lavoro. Monitoraggio post-assunzione. Laddove la situazione richieda un “presidio” il servizio per gli inserimenti lavorativi può continuare a essere presente attraverso un monitoraggio periodico al fine di intercettare le eventuali difficoltà che possono sopraggiungere e di porsi come elemento di facilitazione nel rapporto tra azienda/cooperativa e lavoratore.

Per INFO dott.ssa Cristina Ronconi - cristina.ronconi@alcenero.org
 
La zanzara è un chiosco situato sulle sponde del lago superiore di Mantova, dal quale si può godere di un panorama ed un tramonto unico in città. La gestione di questa attività da la possibilità alla ...
A Mantova si può mangiare in riva al lago: Osteria con ormeggio Il Rifugio. Il Rifugio è un'osteria con ormeggio per barche e motoscafi e che rientra nel progetto di inserimento lavorativo e di promozione della ...