Alce Nero

Alce Nero è una cooperativa sociale fondata nel 1981 da giovani di differente estrazione culturale, ispirati dal Capo di una tribù della famiglia Lakota-Sioux, convertito al cristianesimo e guida spirituale, da cui trae origine il nome della nostra impresa sociale. Finalità principali di Alce Nero sono a) la pianificazione e realizzazione di interventi rivolti all'infanzia e all'adolescenza, con particolare attenzione a devianza, prevenzione del disagio minorile e consulenza alla famiglia - AREA SOCIO EDUCATIVA; b) l’inserimento lavorativo delle persone con minori opportunità – AREA INSERIMENTO LAVORATIVO; c) l’integrazione sociale e culturale dei cittadini di altri Paesi – AREA INTERCULTURALE

Le attività dell’Area socio educativa sono rivolte a più di 4000 bambini, ragazzi e giovani e alle loro famiglie, grazie al lavoro di circa 100 operatori, in particolare animatori ed educatori professionali, pedagogisti, psicologi e assistenti sociali. In particolare gestiamo Centri di Aggregazione Giovanile, Centri Ricreativi Estivi Diurni, servizi scolastici ad personam e doposcuola, assistenza domiciliare educativa e progetti di sostegno a ragazzi con problematiche di dispersione scolastica o devianza. È attivo presso la sede anche un Centro per l’età evolutiva specializzato in Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA) attivo per la diagnosi e per la riabilitazione.

La seconda Area di intervento – Area dell’inserimento lavorativo – gestisce gli Sportelli Informagiovani e i locali presenti sulla Costa Brava del Lago Superiore di Mantova Il Rifugio e La Zanzara. Presso questi locali, particolarmente rinomati in città, la cooperativa avvia al lavoro e assume ogni ano personale con minori opportunità anche in collaborazione con enti del territorio che si occupano di disabilità (ad es. coop.  La Quercia di Roverbella)

Area Interculturale - Promuoviamo da tempo la sensibilizzazione ed educazione alla multiculturalità in particolare attraverso il coordinamento sul territorio mantovano dei progetti di Servizio Volontario Europeo (SVE) con una ventina di giovani ospitati presso organizzazioni sociali e culturali locali; negli ultimi quattro anni la cooperativa si è impegnata anche nella gestione della ospitalità dei richiedenti protezione internazionale curando, oltre al servizio alberghiero richiesto dalla convenzione con la Prefettura locale, anche iniziative di integrazione culturale e lavorativa e di sensibilizzazione della popolazione ai temi della multiculturalità.

STATUTO  BRES 2017  MODELLO LEGGE 231